Tricotillomania

La manifestazione fondamentale della Tricotillomania è lo strappamento ricorrente di capelli che ne causa notevole perdita.

I siti dello strappamento possono includere qualsiasi regione del corpo in cui crescono peli, non solo capelli, ma anche regioni ascellari, pubica e perianale ma i siti più comuni sono: il cuoio capelluto, le ciglia e le sopracciglia.

Lo strappamento può avvenire in brevi episodi sparsi durante la giornata o in periodi più rari ma più prolungati che possono durare ore.

Un aumentato strappamento di capelli può anche manifestarsi in stati di rilassamento e di distrazione, per esempio, leggendo un libro o guardando la televisione ma si può verificare anche durante situazioni stressanti.

Immediatamente prima dello strappamento dei capelli è presente un senso crescente di tensione.

Per alcuni, la tensione non precede necessariamente l’atto, ma è associata con i tentativi di resistere all’impulso.

Vi è gratificazione, piacere o una sensazione di sollievo quando si verifica lo strappamento dei capelli.

Alcuni soggetti provano una sensazione di prurito nel cuoio capelluto che viene alleviata strappandosi i capelli.

La diagnosi non viene fatta se lo strappamento dei capelli è attribuibile a un altro disturbo mentale o se è dovuto a una condizione medica generale, per esempio, un’infiammazione cutanea o altre condizioni dermatologiche.

L’anomalia deve causare disagio significativo o compromissione dell’area sociale, lavorativa o di altre aree importanti della vita.

Insieme alla Tricotillomania possono manifestarsi: l’esplorazione delle radici dei capelli, l’attorcigliamento dei capelli, l’inserimento della ciocca tra i denti o la Tricofagia, cioè il mangiarsi i capelli.

Lo strappamento dei capelli di solito non si manifesta in presenza di altre persone, tranne i parenti stretti, e le situazioni sociali sono talora evitate.

I soggetti comunemente negano di strapparsi i capelli e occultano o camuffano l’alopecia che ne risulta.

Alcuni soggetti provano l’impulso di strappare i capelli ad altre persone e talvolta possono cercare di trovare l’opportunità di farlo di nascosto. Essi possono strappare peli da animali domestici, bambole e altri materiali fibrosi, per esempio, maglioni o tappeti.

Onicofagia, graffi, morsi ed escoriazioni possono essere associati alla Tricotillomania.

I soggetti con Tricotillomania possono essere affetti anche da Disturbi dell’Umore, Disturbi d’Ansia, in particolare da Disturbo Ossessivo-Compulsivo, Disturbi da Uso di Sostanze, Disturbi dell’Alimentazione e Disturbi di Personalità.

Periodi transitori di strappamento dei capelli nella prima fanciullezza possono essere considerati un’abitudine benigna con un decorso limitato nel tempo.

I soggetti che giungono all’osservazione con Tricotillomania Cronica nell’età adulta spesso riferiscono l’esordio alla prima adolescenza, alcuni soggetti hanno sintomi continui per decenni. Per altri, il disturbo può andare e venire per settimane, mesi o anni ogni volta. 

Le zone dello strappamento dei capelli possono variare nel tempo.